Mieli d'Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Api e agricoltura intensiva su Terra!

23 aprile 2014

panella terraLo scorso 7 aprile, su "Terra!", il programma di approfondimento di Rete 4, a cura di Toni Capuozzo e Sandro Provvisionato, si è parlato del delicato rapporto tra normativa europea e mondo agricolo e l'inconciliabile binomio api / agricoltura intensiva.

Potete rivedere il servizio di Terra! cliccando qui (dal minuto 14).    

 

Twitter di Erri De Luca

19 aprile 2014

20140419 erri de luca"I pesticidi dimezzano gli alveari. Senza le api si spezza la catena alimentare. Il miele non è un dolce,ma l'analisi del sangue della terra"

Erri De Luca su Twitter @Erriders, il 5 aprile 2014

 

Greenpeace: polline contaminato da cocktail di pesticidi

18 aprile 2014

20140418 greenpeaceOltre due terzi del polline raccolto dalle api nei campi europei e portato ai loro alveari è contaminato da un cocktail di pesticidi tossici. Questo è il risultato allarmante di un nuovo studio di Greenpeace International, pubblicato  nell’ambito della campagna europea per salvare le api e proteggere l'agricoltura. Le sostanze chimiche rilevate nei pollini comprendono insetticidi, acaricidi, fungicidi ed erbicidi.

Il rapporto “Api, il bottino avvelenato” è il più vasto nel suo genere a livello europeo in termini di aree geografiche interessate e numero di campioni prelevati simultaneamente, con oltre 100 campioni provenienti da 12 Paesi. In totale sono state individuate 53 diverse sostanze chimiche. Lo studio evidenzia le alte concentrazioni e l’ampia gamma di fungicidi presenti nel polline raccolto vicino ai vigneti in Italia, l'uso diffuso di insetticidi killer delle api in quello dei campi polacchi, la presenza di DDE (un prodotto di degradazione del DDT, tossico e bioaccumulabile) in Spagna, il ritrovamento frequente del neonicotinoide thiacloprid in molti campioni raccolti in Germania.

 

ALLARME ROSSO!!! Morie d’api su mais. ANCORA!!!

aggiornato 16 aprile 2014

20140408 moriaCon il progredire dei cantieri di semina del mais si moltiplicano le segnalazioni nella pianura padana di gravissimi spopolamenti e morie d’api.

Alle prime segnalazioni provenienti dal Piemonte (nel saluzzese e saviglianese) sono seguite quelle di alcune decine di apiari nella pianura del Friuli, per poi interessare aziende apistiche delle provincie di Milano, Varese, Pavia, Mantova e Piacenza, in assoluta coincidenza con le semine di mais.

Nel volgere di pochi giorni, esattamente quelli in cui i maiscoltori procedevano alla semina, interi apiari risultano completamente spopolati!

L’Unaapi invita gli apicoltori a prestare la massima attenzione e a segnalare immediatamente eventuali spopolamenti sospetti.

 

Spesometro anche per gli agricoltori in regime di esonero

7 aprile 2014

iva

Ricordiamo che il 21 aprile prossimo scade il termine ultimo per l'invio all'Agenzia delle Entrate dell'elenco delle operazioni effettuate nel corso del 2013 rilevanti ai fini IVA, lo "Spesometro" .

L'obbligo interessa tutti gli agricoltori titolari di partita IVA, anche coloro che sono  in regime di esonero (fatturato inferiore ai 7000 euro, senza tenuta di contabilità  IVA)

 

 

Ue: sempre più acceso il confronto sul miglioramento della valutazione dei pesticidi

18 aprile 2014

efsa logoNel dicembre 2013, la Commissione Europea ha organizzato un seminario di EFSA e Stati membri per verificare l'applicabilità delle nuove linee guida (GD) di EFSA per la valutazione dei rischi da pesticidi per le api.  L'incontro ha permesso il confronto tra i valutatori del rischio dei vari Paesi membri.

Si è pervenuti tra l'altro alla conclusione che la proposta avanzata dall'EFSA è un modello eccellente che consente uno sviluppo "in progress". Per perfezionare le linee guida si è definito un comitato direttivo, in collaborazione tra l'EFSA e gli esperti nazionali.

Inoltre, la Commissione ha deciso di sviluppare un calendario per la standardizzazione delle linee guida anche per standardizzare i ring- test dei test sulle api, affidando: le prove di tossicità cronica per le api allo Stefan Institute Schmitzer tedesco; quelle larvali croniche al Pierrick Aupinel, con procedura OCSE; le metodologie per la valutazione della tossicità di non- api a Van Der Steen nel nuovo gruppo non-apis recentemente creato all'interno dell'ICPBR.

Si dovrebbero quindi in due anni ottenere delle metodologie standardizzate decisamente meno truffaldine e relativamente più vicine alla determinazione degli effetti reali di molecole e preparati.

Nel frattempo è probabile che i metodi utilizzati siano quelli dell'attuale proposta EFSA.

 

Sospesi i neonicotinoidi in Europa! E...Tiacloprid e... Acetamiprid?

14 aprile 2014

20140401 call to actionNel 2014, s'è avviato il processo di rivalutazione europeo di Tiacloprid e Acetamiprid. La valutazione sarà effettuata con i nuovi metodi di valutazione che: includono test di tossicità cronica, effetti subletali e prove di campo. Questo processo di rivalutazione richiede normalmente due anni, la conclusione della valutazione non avverrà, quindi, probabilmente prima del 2016/2017.

Bee Life - EBC ha sottolineato alle autorità europee le crescenti autorizzazioni da Parte dei Paesi membri di preparati contenenti questi principi attivi, con conseguente incremento di esposizione e contaminazione di api e impollinatori. Così come conseguenze da neonicotinoidi si evidenziano sempre più per la salute umana, per esempio gli effetti dell'Acetamiprid individuati sul cervello umano.

 

Bee Life - EBC e la rivalutazione EFSA della molecola Metalaxil

9 aprile 2014

ebcIl Metalaxil- M è un fungicida sinergizzante, utilizzato sovente in miscela con vari insetticidi. Il Cruiser ® per esempio, di Syngenta, contiene: Thiamethoxam + Thiram + Fludioxonil + Metalaxil-M.

Bee Life - EBC ha partecipato alla consultazione pubblica dell'EFSA per la nuova autorizzazione del Metalaxil-M (rivalutazione necessaria ogni 10 anni). Di seguito le principali osservazioni, sollecitazioni e proposte di Bee Life alle autorità europee.

 

Convegno: “Senza pesticidi si può”

aggiornato 5 aprile 2014

20140327 panLa neonata associazione PAN Italia, che fa parte del network dell'organizzazione mondiale per l’informazione sui danni provocati dai pesticidi alla salute e all’ambiente e per la promozione di una altra agricoltura ha organizzato l’interessante convegno a Verona il 23 marzo.

La registrazione dei lavori è visionabile a questo link: video (durata 3 ore e 8 minuti) 

In particolare, di estremo e assai preoccupante interesse il contributo del Dottor Ernesto Burgio, del comitato scientifico ISDE, a 2 h 07 minuti e 05 secondi dall'inizio della registrazione.

Vedi articolo Il Fatto Quotidiano

 

Acacia: inizio fioritura a sud, boccioli sul resto del territorio

17 aprile 2014

20140403 acacia rit

Fioritura negli areali più favoriti a sud dove almeno il 50% dei fiori sono gia aperti. Tuttavia anche al centro ed al nord la nostra rete di rilevatori volontari ha osservato gli alberi in fiore nelle aree urbane, dove le temperature sono più alte. Il resto del territorio vede boccioli più o meno sviluppati a seconda della zona.

La terza carta di previsione di inizio fioritura della robinia elaborata dal progetto Iphen mostra poche variazioni: leggero anticipo della fioritura nella Pianura Padana e alcune zone del Veneto.

Clicca sulle immagini per vederle in dettaglio.

Cerchiamo volontari per monitorare il castagno. Collaborare con noi e molto semplice. Diventa anche tu un rilevatore Iphen!

 

Manuale operativo dell'anagrafe apistica nazionale: nuova e tempestiva sollecitazione di Unaapi

11 aprile 2014

20140411 bee lente ingrandimentoAvendo riscontrato il recepimento parziale di quanto richiesto da Unaapi con la precedente lettera aperta a Ministri e Assessori di Agricoltura e Salute, l'Unaapi ha nuovamente sollecitato l'indispensabile superamento delle più  gravi e inaccettabili incoerenze ancora presenti nel dispositivo.

Scarica la lettera inviata agli enti e assessorati.

 

Bayer: che faccia tosta! Senza vergogna?

16 aprile 2014

20140408 bayer deOriginale "campagna di monitoraggio" lanciata da Bayer in Germania.

Le riviste apistiche tedesche pubblicano un inserto della Bayer, con l'annuncio di un forte premio all'apicoltore che comunicando il numero di colonie prima dell'inverno, dopo l'inverno e quindi in stagione risulterà aver subito meno perdite di api. Bayer promette ai "super apicoltori" o "con minori perdite di colonie" premi di ben 5.000– 3.000 e di 1.000 euro!

"Intelligente" operazione di marketing per dimostrare che non ci sono problematiche di moria d'api?

 

Per una PAC, verde. Davvero!

7 aprile 2014

20140401 ask pacL’attuazione della riforma della PAC è appena iniziata.

Diverse associazioni hanno dovuto prendere una forte presa di posizione contro l'autorizzazione d’uso dei pesticidi nelle aree di interesse ecologico –EFAs!

Queste aree rappresentano una rilevante percentuale della superficie - SAU - delle aziende agricole.

Bee Life - EBC, con un ampio fronte di altre associazioni europee, ha sviluppato un’iniziativa comune, indirizzata principalmente ai Commissari europei, per rimarcare che l’autorizzazione d’uso di fertilizzanti e di pesticidi in queste aree (copertura invernale, prato...) è inaccettabile.

Scarica la lettera invita da Bee Life-EBC, PAN Europe, ARC 2020, BugLife, Aprodev alla Commissione Eu (in inglese).

 

La Commissione Ue rassicura Bee Life EBC sulla nuova molecola Cyantraniliprole

4 aprile 2014

ebcBee Life - EBC, il Coordinamento Apistico Europeo, nel dicembre 2013, aveva segnalato alle autorità europee la notevole e inaccettabile tossicità per la api del Cyantraniliprole, una nuova sostanza attiva, proposta da Syngenta e Du Pont, in corso di valutazione nella procedura di autorizzazione dell'Ue. La presa di posizione degli apicoltori d’Europa evidenziava le lacune di dati e l’insufficienza delle prove sulle api svolte nella domanda di autorizzazione.

La Commissione ha risposto che il processo di autorizzazione è in corso e che la Commissione deciderà se consentirne l’autorizzazione se garantisce i più elevati standard della nuova normativa pesticidi, a partire dai criteri di protezione delle api, documentati dall’analisi dei fattori di rischio per la loro salute.

 

Sri Lanka: Stop al diserbante Roundup, uccide!!!

30 marzo 2014

20140328 sri lankaIl governo del paese orientale ha immediatamente vietato l'uso dell erbicida Roundup della Monsanto a seguito di uno studio dell'Università, che lo indizia gravemente quale responsabile della grave e mortale patologia renale degli agricoltori 

La grave patologia renale CKDu ha colpito 400.000 agricoltori dello Sri Lanka, il 15% della popolazione della provincia srilankese del centro nord, causando circa 20 mila morti. La malattia insorge con esposizione all'erbicida glifosato (Roundup) della Monsanto se si beve acqua calcarea e si è esposti a metalli nefrotossici.

La decisione del paese orientale è successiva a quella di El Salvador, dello scorso settembre, però non ancora operativa. 

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2

   inglese_18x12 francese_18x12 spagnola_18x12 tedesca_18x12

beelife banner salvare le api

 
 
 

spia 3

Spia - Tel 051 361466

Compila modulo web
  di segnalazione



logoriftec1

logoriftec2

Previsioni Meteo

meteo

Mappa Acacia 2014

20140403 iphen acacia anali mini
 

Previsioni inizio acacia

20140403 iphen acacia prev mini