Mieli d'Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME API AGRICOLTURA AMBIENTE Notizie - Agricoltura e ambiente Glifosate: la Ue temporeggia ed è incoerente

Glifosate: la Ue temporeggia ed è incoerente

email Stampa PDF
24 novembre 2015

glifosatoUnitariamente con una nutrita rappresentanza di altre associazioni il Coordinamento Apistico Europeo Bee Life ha denunciato al Commissario Ue Andriukaitis le gravi contraddizioni della posizione della Commissione sul diserbante più utilizzato in Europa. 

Recentemente infatti l’Agenzia internazionale dell'OMS per la Ricerca sul Cancro (IARC) ha classificato il glifosate come "probabilmente cancerogeno"; mentre la valutazione fatta dall'Efsa, fondata sui dati forniti dall’Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi (BfR), ha concluso che il glifosate è "improbabile rappresenti un rischio cancerogeno per gli uomini" e che non vi è " nessuna prova di un potenziale genotossico".

A fronte di tali divergenze scientifiche sulla natura cancerogena del glifosate la Commissione europea è tenuta a orientare le proprie scelte sul principio di precauzione. Invece la Commissione ha preferito cercare di "guadagnare tempo" affidandosi al giudizio dell'Efsa, che riteniamo non basato su una solida valutazione scientifica, e fortemente caratterizzato da conflitto di interessi (molti dei dati su cui di basa la valutazione sono forniti dalle stesse ditte produttrici del prncipio attivo).

Vedi la lettera unitaria sul Glifosate al Commissario europeo. 

 


logoriftec1