Mieli d'Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Iniziativa Efsa: una foto per la salute delle api!

4 agosto 2017

ape su fioreRiportiamo con piacere un bella iniziativa di sensibilizzazione promossa dall'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (Efsa), destinata a tutti gli apicoltori e appassionati di api con la passione della fotografia.

Dato il recente successo della “settimana europea delle api“ e in particolare dell’ottima notizia che un'ampia coalizione di portatori di interesse sta formando un nuovo partenariato sulle api a dimensione UE, l'EFSA ha deciso di indire un concorso fotografico per sensibilizzare il pubblico sui rischi che minacciano le api e altri insetti impollinatori.

Avete una foto nel vostro album che, secondo voi, può simboleggiare un aspetto della salute delle api o che è semplicemente una bella immagine che vorreste condividere con altri?

 

Incontro Aapi di mezza stagione - i dati sulle produzioni di miele italiano

01 agosto 2017

concorso mieleCome di consueto si è svolto a Modena, il 26 luglio, l'incontro di mezza stagione dell'Aapi.

L'evento rappresenta un momento importante di condivisione e confronto sulle tematiche del momento e per fare il punto sull'annata apistica produttiva, ormai avviata alla conclusione.

Riportiamo quanto riferito dagli apicoltori professionisti presenti a Modena in merito alle produzioni.

 

Riunione Vespa Velutina

17 luglio 2017

Oggi  17 luglio  si è svolta presso il Crea di Bologna una riunione sulla Vespa velutina.

Laura Bortolotti e Fabrizio Zagni, coadiuvati da Rita Cervo, Antonio Felicioli e Marino Quaranta, hanno illustrato le prove effettuate e i risultati ottenuti finora con il M&Z Method, da poco registrato con brevetto in Germania. Le relazioni hanno illustrato la metodologia e i relativi risultati ottenuti, i quali seppur riferiti alla sperimentazione, sembrano di buon auspicio e suscettibili di applicazione concreta in campo 

 

Incontro di mezza stagione Aapi il 26 luglio a Modena

6 luglio 2017
 
agenda modena 26 luglioAAPI - Associazione Apicoltori Professionisti Italiani
Organizza  Mercoledì 26 Luglio 2017, ore 12:00-18:00,
il consueto incontro di mezza stagione,
presso UGC Palazzo Europa - Sala Gorrieri - Via Emilia Ovest, 101 – 41124 Modena (MO)

Programma:

 

Rinvenuto un esemplare di Vespa velutina in Toscana

27 giugno 2017

velutina toscanaLa Vespa velutina prosegue la sua espansione, dopo Liguria, Piemonte, Lombardia e Veneto anche in Toscana è stato rinvenuto il calabrone asiatico. 

Un calabrone adulto è stato ritrovato a Pietrasanta (LU) a circa 150 chilometri dall'area di infestazione. Il sito stopvelutina ha comunicato il ritrovamento dell'esemplare che è stato raccolto dal veterinario Enrico D’Addio, specializzato in patologia apistica e apidologia generale, ed è stato identificato da Antonio Felicioli del Dipartimento di Scienze veterinarie dell’Università di Pisa, referente locale della rete scientifica di Stop Velutina. Sebbene la presenza dei nidi nella zona noi sia confermata è necessaria la massima allerta ed è necessario rafforzare la già presente rete di monitoraggio gestita dal Crea e dalle associazioni apistiche regionali ToscanaMiele, ARPAT (Associazione regionale produttori apistici toscani) e AAPT (Associazione apicoltori delle province toscane).

Link alla notizia sul sito stopvelutina

 

Oltre 200 alveari avvelenati dolosamente in Puglia

13 maggio 2017

2017 avvelenam Massafra 2Sono 235 gli alveari avvelenati in Puglia, più precisamente nella zona di Massafra, comune in provincia di Taranto.

Gli alveari colpiti sinora appartengono tutti a soci aderenti all'Associazione Apicoltori Professionisti d'Abruzzo, che solo pochi mesi fa ha ospitato il congresso AAPI dell'apicoltura professionale, aprendo le porte delle sue aziende e dimostrando quanto siano fondamentali la tradizione e la condivisione nel settore apistico.
E le postazioni colpite sono postazioni "storiche", ovvero utilizzate ormai da vari anni dagli apicoltori abruzzesi per la raccolta del miele di agrumi.
I furti di alveari e di miele subiti negli ultimi anni e il rovesciamento di un intero apiario solo venti giorni fa non lasciavano affatto presagire quello che sarebbe accaduto poi: l'avvelenamento doloso di tre apiari con l'utilizzo di una sostanza viscosa.
 

Un comune pesticida neonicotinoide riduce l’abilità di volo delle api!

27 aprile 2017

Un pesticida neonicotinoide comunemente usato in agricoltura, thiamethoxam, altera l’abilità di volo delle api. E’ questa la scoperta fatta da un gruppo di ricercatori dell’Università di Bologna e dell’Università della California, San Diego. Lo studio, pubblicato il 26 Aprile, è disponibile per tutti qui.

Il mulinello e il test del volo

I ricercatori hanno usato un “mulinello” (“flight mill”, foto qui), appositamente costruito per testare il volo di questi impollinatori. Tale strumento misura la velocità, la distanza e la durata dei voli delle api, ed ha permesso di studiare come le abilità di volo siano influenzate dall’assunzione del pesticida.

 

In scadenza il 20 aprile lo spesometro 2017 - dati 2016

14 aprile 2016

agenzia entrate Ricordiamo che il prossimo 20 aprile scadono i termini per l’invio dei dati del 2016 relativi al cosiddetto “spesometro” al quale sono obbligati, tutti i titolari di partita iva che effettuano la liquidazione IVA trimestrale ed anche tutti gli imprenditori agricoli che ricadono nel regime IVA di esonero (fatturato annuo inferiore ai 7000), indipendentemente dalla sede della azienda (montana o meno).

 

Il Consiglio Direttivo Unaapi si rinnova

8 marzo 2017

unaap stema gifDurante l'ultima assemblea ordinaria svolta a Piacenza il 5/3/17 è stato ratificato il cambio di presidenza e vicepresidenza dell'Unione.

Francesco Panella, dopo aver guidato Unaapi negli ultimi 20 anni, tra sfide e battaglie portate avanti con l'obiettivo di tutelare e far crescere gli apicoltori, le aziende e il settore tutto, passa la carica a Giuseppe Cefalo, già vicepresidente Unaapi e presidente APAS Campania. La vicepresidenza viene assunta da Davide Bosio di Aspromiele.

Francesco Panella rimane nel direttivo per accompagnare nei prossimi anni la fase di un delicato passaggio di consegne, e  mantiene alcune deleghe sui temi di cui si è più occupato in questi anni, come il contrasto ai pesticidi per la difesa delle api e della biodiversità .

Il Consiglio Direttivo ringrazia Francesco Panella per tutti gli anni dedicati all'Unione e augura buon lavoro al nuovo presidente Giuseppe Cefalo, con la promessa di accompagnarlo, sostenerlo e condividere le responsabilità della nuova carica.

Il Consiglio Direttivo Unaapi

 

 

1 milione e 300.000 per lo Stop al Glifosato

4 luglio 2017 

Gli apicoltori italiani festeggiano il risultato della campagna raccolta firme della coalizione StopGlifosato. Di seguito il comunicato stampa.

Un milione trecentoventimila firme. Sono quelle raccolte per chiedere alla Ue di bandire il glifosato dai nostri campi e quindi dalle nostre tavole. È il risultato dell’Iniziativa dei cittadini europei (Ice) lanciata pochi mesi fa da un gruppo di associazioni ambientaliste e non solo che le ha consegnate ai Paesi membri per la verifica delle firme raccolte. Un milione e ottantamila sono state quelle ottenute online, cui si sono aggiunte le 237 mila raccolte materialmente a banchetti sparsi in tutta Europa.

L’Italia ha dato un suo importante contributo con oltre 73 mila firme, superando di molto il quorum di 54 mila necessarie in appena quattro mesi di campagna: è merito dei cittadini che si sono mobilitati e delle organizzazioni che hanno aderito alla campagna”, dice Maria Grazia Mammuccini, portavoce della Coalizione StopGlifostato, che raccoglie 45 sigle associative. 

 

Indagine in Friuli per "disastro ambientale" da neonicotinoidi

29 maggio 2017

Oltre ottanta  perquisizioni eseguite dalla Forestale il 18 e 19 maggio in altrettante aziende agricole della provincia di Udine, questa volta, l’attività punta non soltanto a individuare piante di mais e sementi contenenti i principi attivi “imidacloprid” e “clothianidin”, ma anche i relativi recipienti, le attrezzature usate per la concia e documentazione relativa alla compravendita delle sementi e dei fitofarmaci.

Avviate da oltre un anno, le indagini  avevano già coinvolto una decina di aziende con una prima tornata di perquisizioni. L’inchiesta della Procura della Repubblica di Udine, coordinata dal pm Viviana Del Tedesco, ha suggerito l’utilizzazione del reato di  “disastro ambientale”, così come normato dall’articolo 452 quater introdotto con la riforma del maggio 2015 in materia di delitti contro l’ambiente: un’«alterazione dell’equilibrio di un ecosistema», quindi, punita con la reclusione dai cinque ai quindici anni. In alternativa - la fase delle indagini preliminari consente piena fluidità alla definizione del capo d’imputazione -, potrebbe prendere corpo anche l’ipotesi dell’inquinamento ambientale, previsto invece dall’articolo 452 bis, a sua volta frutto della riforma e che punisce da due a sei anni «chiunque abusivamente cagiona compromissione o deterioramento significativi e misurabili di un ecosistema, della biodiversità, anche agraria, della flora o della fauna».

Sul registro degli indagati sono stati iscritti i nomi dei proprietari e dei conduttori di molti dei campi di: Pavia di Udine, Reana del Rojale, Fagagna, Tricesimo, Travesio, Treppo Grande, Terzo d’Aquileia, Basiliano, Campoformido; dai quali sono stati prelevati campioni che saranno analizzati in laboratorio.

Vedi anche: Friuli.it - Messaggero Veneto

   

 

Apifor60 e Polyvar®: altri due prodotti per la lotta alla Varroa

2 maggio 2017

Apiforpolyvar Nella Gazzetta Ufficiale n° 99 del 29 aprile 2017 sono state pubblicate le autorizzazioni alla immissione in commercio di due nuovi  prodotti acaricidi per l’apicoltura. Si tratta di APIFOR60, soluzione acquosa di acido formico, e di POLYVAR®, strisce per alveare a base di flumetrina.

Entrambi i prodotti sono  in libera vendita senza obbligo di ricetta medico veterinaria, e (vedi più avanti) senza obbligo di registrazione nel registro dei trattamenti di animali destinati alla produzione di alimenti.

 

OXUVAR: disponibile un altro prodotto a base di acido ossalico

21 aprile 2017

Coxuvaron la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 20 aprile 2017 dell'estratto del Comunicato del Ministero della Salute, si aggiunge alla lista dei prodotti acaricidi per l’apicoltura l' «OXUVAR 5,7%, 41,0 mg/ml concentrato».

Si tratta di una soluzione concentrata di acido ossalico diidrato, da utilizzare nella forma "spruzzato" o "gocciolato" con aggiunta, secondo le istruzioni riportate nella confezione, di acqua o zucchero semolato. Anche l'OXUVAR è in libera vendita senza obbligo di ricetta medico veterinaria.

 

Commissione Ue: bandire i neonicotinoidi per gli “elevati rischi per le api”

24 marzo 2017

pesticidiThe Guardian ha dato notizia della proposta che la Commissione sottoporrà presto agli Stati membri. Se questi non saboteranno il lavoro delle istanze comunitarie il bando potrebbe entrare in vigore già da quest'anno.
La decisione Ue è conseguente ai pareri dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), che confermano le valutazioni scientifiche indipendenti sulle insostenibili conseguenze dell’uso dei pesticidi neonicotinoidi.
E' ampio il consenso scientifico sulle conseguenze e sui danni inaccettabili per le api esposte nei campi ai pesticidi neonicotinoidi.
Per Bee Life, il Coordinamento Apistico Europeo, Francesco Panella ha dichiarato:
Fino a quando l’Europa autorizzerà il crescente spandimento di pesticidi peggiori del famigerato DDT?

 L’inaccettabile impatto di un modello produttivo agricolo basato sul biocidio è oramai dato di fatto innegabile. L'impatto insopportabile di un modello di produzione agricola basata sul sistemico biocidio della fertilità è vieppiù innegabile. Api e impollinatori, tra gli altri, lo dimostrano.

 

Lettera al Ministro Martina , stop ai pesticidi dannosi per le api

17 marzo 2017

pesticidi

L'Unaapi sottoscrive la lettera di Greanpeace al Ministro Martina per chiedere il bando dei prodotti fitosanitari dannosi per le api.

Qui il testo della lettera, sottoscritta anche da Conapi e Pan Italia, con la quale si sollecita che l'Italia assuma una chiara posizione per il divieto totale d’uso nella Ue di imidacloprid, clothianidin e thiamethoxam, e sostenga la piena applicazione delle linee guida dell'EFSA del 2013 sulla valutazione dei rischi per le api per tutte le autorizzazionid’uso di prodotti fitosanitari nella Ue.

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  Succ 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 3

   inglese_18x12 francese_18x12 spagnola_18x12 tedesca_18x12

beelife banner salvare le api

 
 


logoriftec1

logoriftec2

Previsioni Meteo

meteo