Got 0 bytes response, method=default Response decode error  Contributi e notizie riguardanti la sanità degli allevamenti apistici
 

Mieli d'Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME SANITA' DEGLI ALVEARI
Contributi e notizie riguardanti la sanità degli allevamenti apistici

Vespa velutina in Provincia di Alessandria

email Stampa PDF
 22 aprile 2015

vespa piemonteIl DISAFA dell'Università di Torino ha comunicato il ritrovamento di un esemplare di Vespa velutina nel Comune di Gavazzana, nella parte sud della provincia di Alessandria. 

L'accertamento di un esemplare del temibile calabrone asiatico è stato conseguente all'analisi del contenuto di una trappola per V.velutina consegnato il 30 settembre all'Università da parte di un rilevatore aderente ad Aspromiele. 

 Il dato è particolarmente preoccupante poichè conferma l'avanzata -incontrastata o inarrestabile? - della colonizzazione da parte del pericoloso predatore delle api in Italia.

 

Nuovo farmaco a base di acido formico

email Stampa PDF

22 aprile 2015

Un nuovo farmaco a base di acido formico, da utilizzare nella lotta alla varroa, ha ottenuto l'autorizzazione alla messa in commercio in Italia. Con decreto n°40 dell'11 marzo 2015 pubblicato in Gazzetta Ufficiale (GU Serie Generale n.86 del 14-4-2015).

In passato è circolata notizia di una sperimentazione di un preparato che prevede la miscelazione della sostanza attiva acaricida con un gel, con conseguente lenta evaporazione dell'acido formico.

Presto saranno effettuate diverse presentazioni e saranno chiariti: disponibilità, costi, avvertenze d'uso ecc... Di seguito il documento del Ministero della Salute.     

 

Scaricabile pieghevole informativo su V. velutina

email Stampa PDF

19 marzo 2015

velutina capoLa Vespa velutina è una seria minaccia per tutta l'apicoltura italiana e pertanto è necessario che tutti imparino a conoscerla, monitorare la sua presenza sul territorio e segnalare eventuali avvistamenti. 

Grazie alla collaborazione e all'impegno di Unaapi, AlpaMiele, Aspromiele, del Disafa e del Cra-Api è stato realizzato e stampato un pieghevole informativo con informazioni sintetiche e utili sulla biologia e sulle caratteristiche morfologiche della Vespa velutina.

Vi invitiamo a divulgare il pieghevole al fine di rendere il più possibile pubblico il problema. Ricordiamo infine, in caso di ritrovamenti anche sospetti di nidi o individui di V. velutina, di segnalarli tempestivamente alle associazioni apistiche territoriali e al sito www.vespavelutina.eu.

Clicca qui per scaricare il documento in PDF

 

A.Tumida: possibile la movimentazione di alveari nell'area di sorveglianza

email Stampa PDF

20 febbraio 2015

aethina piu

La Direzione Generale della Sanita’ Animale e dei Farmaci Veterinari  ha inviato all'Assessorato alla Salute della Regione Calabria  una nota con la quale si forniscono indicazioni sui criteri per le movimentazioni di alveari nelle zone di restrizione istituite in Calabria a seguito della infestazione da A.tumida.

Nella nota la direzione ministeriale riporta e inoltra alla Regione Calabria,  il parere sulle movimentazioni espresso dal Centro di referenza nazionale per l’apicoltura istituito presso l' IZS Venezie.

Per la zona di sorveglianza, cioè l'area  di raggio 100 km fatto centro  il primo focolaio rilevato, si ritiene “possibile ipotizzare una movimentazione degli apiari all’interno della zona di sorveglianza, purché siano già stati sottoposti ad un precedente controllo con esito negativo e siano soggetti ad un analogo controllo, sempre con esito negativo, subito prima dello spostamento” (quindi non vengono fissate restrittive tempistiche fra i due controlli successivi dell'apiario).
Invece in merito alla zona di protezione, cioè l'area di raggio 20 km dai luoghi di ritrovamento di A.Tumida, il Centro di Referenza ritiene “prematuro consentire detti spostamenti. Infatti, nonostante siano trascorsi più di 30 giorni dall’ultimo caso confermato (23 dicembre 2014), non è possibile escludere a priori la presenza di A. tumida e di conseguenza i rischi che detta movimentazione potrebbe correre o addirittura che le api movimentate possano costituire la fonte di diffusione del parassita.”

 

 

Apicoltori contro Salute: Ponzio Pilato al Tar di Catanzaro

email Stampa PDF
21 febbraio 2015

tarIl 19 febbraio grande attesa per la sentenza sul ricorso degli apicoltori contro l’ordinanza della Regione Calabria per l’emergenza Aethina tumida. La lettura delle memorie delle parti in causa, Salute e Apicoltori, evidenzia tutta l’infondatezza delle improvvide misure adottate, la mancanza di riscontri scientifici entomologici, l’assoluta fragilità delle controproducenti misure sanitarie addotte. Il giudice ha preferito invece rimandare la sentenza, e non assumersi responsabilità, al 19 di marzo.

 


Pagina 7 di 31


logoriftec2